il Giulio RICORDO DEL GIULIO DI BAGNERI


Sabato 18 settembre, dopo pochi mesi di malattia, il nostro caro Giulio Valcauda, per tutti "Giulio di Bagneri", 蠴ornato alla Casa del Padre, lasciando nel dolore la moglie Germana, i 5 figli, i nipotini e tanti parenti e conoscenti, che si sono stretti attorno a lui per l'ultimo saluto nella chiesa parrocchiale di Graglia marted젲1 settembre.
Lo ricordiamo con affetto e riconoscenza, e riproponiamo le parole con cui l'abbiamo salutato alla fine della Messa di esequie, concelebrata, con il parroco di Graglia, da padre Luciano Acqudro, parroco di Bagneri, e dal confratello padre Giovanni Gallo, assistente degli scout biellesi.

 Giulio, un esempio di vita e di fede. Il ricordo degli amici.

Dice il Salmo 103: "Come l'erba sono i giorni dell'uomo, come il fiore del campo egli fiorisce; l'investe il vento e pi esiste"; Giulio Valcauda, per tutti "il Giulio di Bagneri", capiva bene queste parole, lui che era nato e cresciuto tra i prati della Valle Elvo, conosceva la fatica e la Provvidenza, la fatica del lavoro e la gioia dell'amicizia, il calore della famiglia con la moglie, i 5 figli, i nipotini e tanti parenti.

Anche negli ultimi mesi di malattia, colpiva per la serenitࠥ la dignitࠤi un uomo che sa di avere avuto molto ma anche che il ciclo della vita e della natura fa sperimentare esperienze di fatica e dolore, come lui ha provato fino all'aggravamento che sabato lo ha riconsegnato nelle mani del Padre.

A chi 蠰assato a trovarlo, prima all'ospedale poi a casa, non ha mai fatto mancare un sorriso, la gioia dell'incontro, il ripercorrere insieme momenti e occasioni di amicizia e allegria; come sempre, con quel tratto di cordialitଠdi generosit࠮ell'accogliere che lo contradddistingueva e lo aveva negli anni reso amico di tanti, tra conoscenti e compaesani, a Bagneri (con gli scout, i volontari degli Amici di Bagneri, visitatori e partecipanti alle varie manifestazioni) e in tutto il biellese dove veniva chiamato a preparare la sua apprezzatissima polenta concia.

Aveva anche una capacit࠰articolare di accogliere e dialogare con i ragazzi e i giovani, senz'altro mancherࠡgli scout, a chi passava da Bagneri per un campeggio estivo o un fine settimana, e lo incontrava sempre pronto a raccontare le sue esperienze e la sua vita di montanaro. Un montanaro, poi, sempre legato attivamente alla sua comunitࠥ alla sua piccola parrocchia sui monti, a fianco di padre Bonelli poi di padre Luciano e padre Giovanni.

Ora non lo dimenticheremo, per il ricordo personale che abbiamo di lui; ci resterࠡnche la testimonianza raccolta dall'Ecomuseo che lo aveva videointervistato, alcuni annni fa, tra gli "abitanti" che hanno raccontato la Valle Elvo.

A Bagneri, dopo l'Oreste e l'Alfredo scomparsi in questi ultimi mesi, mancher࠴anto il Giulio; e chi resta o vi sale per tenere vivo questo borgo, continuerࠡ ricordarlo e seguire il suo esempio.

Gli Amici di Bagneri

Nella pagina "Dicono di noi-Rassegna Stampa", trovate diversi articoli, usciti sui giornali locali, con testimonianze e ricordi sul caro Giulio.


alcune immagini del Giulio, in questi anni, a Bagneri
per ricondarlo sempre insieme a noi (clicca sulle foto per ingrandirle)
caep Bagneri 1995

Madonna di Oropa a Bagneri 1994

Il CAEP - Consiglio Affari Economici Parrocchiali di Bagneri
con Giulio, Mario, il figlio Claudio, padre Luciano (1995).
Giugno 1994: la Madonna di Oropa arriva
a Bagneri, portata a spalle da abitanti e scout
FONDATORI AMICI DI BAGNERI

volontari e scout al lavoro

Giulio 蠴ra i fondatori dell'Associazione Amici di Bagneri,
 in questa foto (di pochi anni fa)
quasi tutti i fondatori riuniti a Bagneri
volontari e scout al lavoro
per uno dei tanti progetti
PRIORI BAGNERI 1992 IL VESCOVO MONS. MANA A BAGNERI
1992: Giulio 蠰riore della festa patronale
di San Bernardo, qui con padre Luciano e le priore
ottobre 2005: il Vescovo mons. Mana a Bagneri
Giulio, a nome degli abitanti, offre i doni al Vescovo.
Battitura delle castagne Battitura delle castagne
la battitura delle castagne:
insieme abitanti di Bagneri, volontari, scout
la battitura secondo la tradizione, con l'indispensabile
contributo di chi mette a disposizione l'antica
esperienza e saggezza.
Nella foto di Teo Zai, la Tina con Giulio e Mario..
Fisarmonica IL VESCOVO MONS. MANA A BAGNERI
A casa del Giulio, accolti con calore
dalla sua famiglia, in un'occasione di ritrovo
un momento di allegria con alcuni scout in visita
a casa del Giulio, sempre accogliente e ospitale.
PUnto vendita formaggi Riunione abitanti di Bagneri
Il punto vendita, realizzato con il contributo della
Comunitࠍontana Valle Elvo, dove diversi allevatori
della zona di Bagneri offrono i loro prodotti
Novembre 2009: l'incontro che ha riunito un bel
gruppo di abitanti di Bagneri e dintorni e di volontari
per parlare del futuro.
PREPARAZIONE DELLA POLENTA POLENTA ALLE SALVINE
Uno dei ricordi sar࠱uello della ottima polenta concia
che il Giulio preparava in compagnia di validi amici;
qui con Vildo e Nitto
23 maggio 2010: passeggiata alle Salvine, distribuzione
della polenta; molti osservano che si tratta di una polenta
particolarmene buona, speciale, tra le tante fatte dal Giulio.
Sarࠬa sua ultima polenta per gli Amici di Bagneri.
Giulio presso l'Ecomuseo Cartelloni Abitanti
Una immagine del Giulio, un po' pensieroso,
presso l'angolo dell'Ecomuseo,
dove sono conservati ricordi e testimonianze
della gente di Bagneri
Alcuni anni fa, l'Ecomuseo Valle Elvo e Serra, con il
"progetto abitanti", ha raccolto le testimonianze orali di
abitanti della Valle, per Bagneri il Giulio, la Tina e l'Arcangelo.
Le parole e le immagini degli "abitanti", oltre che ai cartelloni
esposti presso la cellula ecomuseale, sono affidati
ai DVD con le videointerviste unito al libro "ABITANTI"
(ediz. Eventi e Progetti, 2010).

sito web a cura dell'Associazione onlus Amici di Bagneri Enrica Simone (© 2003-2010)